Mogadishu Somalia

79 images Created 15 Feb 2015

Mogadiscio, nel cuore della guerra ad Al-Shabab

Clak, la portiera da 300kg di un lince, un mezzo blindato dell’Esercito Italiano, si chiude con un sordo rumore metallico. Il fuciliere assaltatore Maria Salinas, che con Roberta Palmas forma il duetto delle “sorelle” della Missione militare Europea a Mogadiscio, si assicura della corretta serratura delle imponenti cinture di sicurezza a sei punti d’aggancio. Salinas guida con orgoglio patriottico il pensante mezzo blindato fuori dalla base militare all’interno del MIA, il Mogadiscio International Airport. Un fuciliere tiene sotto controllo la situazione dalla postazione di vedetta montata su una torretta girevole e dotata di un mitragliatore di grosso calibro. Il ‘jammer’, un dispositivo elettronico di protezione, viene attivato: da questo momento i cellulari non hanno più segnale ma così vengono ostacolate anche le onde radio con cui potrebbe essere innescati ordigni esplosivi radiocomandati. Il lince si accoda dunque ad un convoglio composto di altri quattro veicoli quando il sole non e’ ancora caldo, basso sull’orizzonte si riflette nel turchese Oceano Indiano che lambisce le coste Somale creano effetti di luce che nemmeno la macchina fotografica riesce a catturare. Il convoglio prosegue con decisione verso il JTC, il Jazeera Training Camp, sono solo poco più di 3km di strada ma l’atmosfera e’ perennemente tesa a Mogadiscio, il rischio di mine lungo il percorso fa sperare di non dover mettere alla prova la blindatura del lince su cui ci troviamo e le imboscate non possono essere mai del tutto escluse.
View: 25 | All